JOB24
- Home News Ricerca Annunci Strumenti Formazione e Master Blog
Cerca   nel sito   con   Google
 
4 dicembre 2012

Investire sul talento - Prysmian scommette sull'alta formazione in partnership con Sda Bocconi e cerca 20 neolaureati da inserire a tempo indeterminato

Andrea Curiat

Una tradizione anglosassone, trapiantata in Italia: il gruppo italiano Prysmian attivo a livello internazionale nel settore dei cavi e dei sistemi per l'energia e le telecomunicazioni, ha stretto una partnership con laSda Bocconi per aprire una propria scuola internazionale di formazione e training manageriale. E contemporaneamente l'azienda è alla ricerca di 20 giovani neolaureati di talento da assumere a tempo indeterminato.
«Si tratta di una delle prime iniziative del genere portate avanti da una grande azienda in Italia, ed è anche l'investimento più grande mai effettuato da Prysmian nel campo della formazione delle risorse umane», commenta Fabrizio Rutschmann, direttore risorse umane e organizzazione del gruppo.

Fabrizio Rutschmann, direttore risorse umane e organizzazione del gruppo PrysmianLa Prysmian Group Academy si articolerà in due strutture distinte: una professional school e una school of management. «Nel primo caso parliamo di una scuola tecnica che ha come obiettivo la gestione e la condivisione del know how interno. I docenti sono i nostri professionisti esperti, senior, che avranno il compito di trasmettere le proprie conoscenze ai giovani e alle nuove leve», spiega Rutschmann. Le competenze principali su cui si concentreranno i programmi di formazione sono quelle fondamentali per le varie divisioni dell'azienda: dalla R&S al business controlling, passando per il sales and marketing e la gestione della produzione.

La seconda divisione dell'Academy consiste invece in una vera e propria scuola di management, il cui corpo docenti e i cui programmi di formazione sono individuati attraverso la partnership con la Sda Bocconi. «Grazie a questa struttura vogliamo invece scoprire, sviluppare e valutare costantemente i potenziali talenti all'interno del gruppo, in modo da costruire una vera e propria pipeline di dirigenti per il futuro», afferma ancora il responsabile hr.

I programmi di formazione sono differenziati in base al target di riferimento: c'è il post-graduate program, che prevede anche un periodo di lavoro all'estero di 2 anni ed è riservato ai neo-laureati appena entrati nel gruppo che abbiano bisogno di una formazione di base sui temi di business, prodotti, processi e clienti.
L'international leadership program è invece riservato ai giovani talenti con 5-7 anni di esperienza alle spalle e destinati a una carriera internazionale. Ma anche i dirigenti hanno bisogno di formazione: per loro c'è l'advanced leadership program, percorso di training pensato appositamente per middle e senior-manager.

Nel corso del 2012 Prysmian ha già coinvolto circa 90 dipendenti, provenienti da tutti i Paesi in cui è attivo il gruppo, in programmi di formazione con sede in Italia. Grazie al lancio dell'Academy, la divisione hr conta di portare il totale a più di 500 professionisti internazionali coinvolti nei vari programmi di formazione, pari al 10% dell'intera forza lavoro di Prysmian. «Ogni mese avremo una o due settimane di formazione dedicate a diversi gruppi di persone. E ogni mese scenderà in aula una diversa funzione aziendale per i corsi professionali», aggiunge Rutschmann.

Contemporaneamente, Prysmian ha lanciato anche un graduate program, denominato"Build the future", dedicato stavolta ai ragazzi che vogliono entrare nel gruppo. Si tratta di un'iniziativa di recruiting diretta ai giovani neolaureati internazionali: «I candidati di interesse per l'azienda sono giovani brillanti con un'ottima conoscenza della lingua inglese, un'esperienza di studio o di lavoro all'estero e un background in discipline economiche o in ingegneria».

Trenta candidati sono stati inseriti nelle settimane scorse; altri venti verranno selezionati nei mesi a venire e c'è ancora qualche giorno di tempo («una o due settimane al massimo», afferma il direttore hr) per inviare le application tramite il sito web aziendale .
L'età media dei ragazzi assunti è di 24 anni e il contratto offerto è direttamente a tempo indeterminato. Attenzione, però: i candidati italiani dovranno vedersela alla pari con i concorrenti internazionali. «Ci saranno test online, assessment, colloqui e interviste con i manager di linea. Dei primi 30 giovani inseriti, 8 erano italiani. Ma l'unico criterio di selezione è il talento», conclude Rutschmann.


SEGUI JOBTALK E JOB24.IT ANCHE SU TWITTER CON 24JOB

 
  - Commenti -

RISULTATI
0
0 VOTI

Clicca per Condividere

RSS RSS Feeds
INIZIATIVE

Rivista italiana di management del Gruppo 24 Ore. Per aggiornare il manager sulle tendenze e le novità in tema di gestione d'impresa sotto diversi punti di vista

Il Gruppo 24 ORE per un nuovo Team professionale di vendita ricerca giovani max 32enni, ambosessi con spiccate doti relazionali e notevole capacità comunicativa



Il percorso del tuo Sapere
PIU LETTI
SHOPPING24