JOB24
- Home News Strumenti Formazione e Master Blog
Cerca   nel sito   con   Google
 
Lunedí 06 Gennaio 2014

L'uso dei voucher si comunica all'Inps

Alessandro Rota Porta


Dal 15 gennaio, la denuncia preventiva di utilizzo del lavoro accessorio (quello retribuito con i voucher), dovrà essere inoltrata telematicamente solo all'Inps. È questo uno dei chiarimenti forniti alla fine dell'anno appena concluso, dal l'Inps con le circolari 176/2013 e 177/2013 e dall'Inail con la circolare 63/2013.
In primo luogo, in seguito alla circolare Inps 176/2013, è stato messo a disposizione degli utilizzatori e degli intermediari uno strumento in più per la gestione dei voucher, in relazione ai limiti economici: è infatti onere del committente verificare l'ammontare dei compensi percepiti dal prestatore.
Il limite economico
Attraverso le applicazioni telematiche Inps è consultabile l'ammontare dei voucher già riscossi: su questo punto, è interessante precisare che l'Inps ha "perimetrato" la dizione di «anno solare», a cui si riferiscono i limiti economici secondo la definizione normativa, come periodo dal 1° gennaio al 31 dicembre.
La formulazione legislativa adottata con il Dl 76/2013 ha chiaramente fissato in questi indici la valenza definitoria dell'istituto: pertanto, configurano una genuina applicazione del lavoro accessorio le prestazioni caratterizzate da compensi fino a 5mila euro ad anno solare per il singolo prestatore, che si riducono a 2mila nei confronti dei committenti imprenditori commerciali o professionisti.
Il sistema messo a punto dall'Inps non è però sufficiente, di per sé, a garantire al committente la corretta verifica dei parametri: poiché potrebbe esserci uno sfasamento tra i voucher acquisiti dal prestatore e l'effettivo incasso degli stessi, il committente dovrà sempre richiedere a quest'ultimo una dichiarazione di responsabilità, sul non superamento degli importi massimi, per evitare l'applicazione di sanzioni.
Viceversa, almeno nei confronti degli utilizzatori con qualifica di impresa e di lavoratore autonomo - in caso di sforamento - la prestazione sarà ascritta nella sfera del lavoro subordinato, a tempo indeterminato, con le conseguenti sanzioni civili e amministrative, però con una esimente: come ha spiegato il ministero del Lavoro nella circolare 4/2013, la «trasformazione» della prestazione avverrà nelle ipotesi in cui questa sia accertata come fungibile con le prestazioni rese da altro personale dipendente dell'imprenditore o del professionista.
In altre parole - come ha puntualizzato anche lo stesso Vademecum del Lavoro del 22 aprile 2013 - in queste situazioni, bisognerà verificare se la prestazione svolta sia riconducibile a un rapporto di tipo autonomo o subordinato, facendo scattare le conseguenze sul piano lavoristico e contributivo.
La denuncia
In ogni caso, il semplice acquisto dei voucher – con le diverse modalità ormai previste (telematica, presso le Poste, i tabaccai e così via) – non esonera il committente dall'effettuare la denuncia preventiva di utilizzo, che dal prossimo 15 gennaio dovrà, appunto, essere inoltrata all'Inps in via esclusiva (circolare 177/2013 e circolare Inail 63/2013): in mancanza di quest'ultima scattano le sanzioni previste per il lavoro nero.
Per il 2014, non è stata prorogata la disposizione che consentiva ai percettori di prestazioni integrative del salario o con sostegno al reddito di effettuare lavoro accessorio in tutti i settori produttivi, fino al limite netto di 3mila euro: pertanto, anche nei confronti di questi soggetti, valgono le regole previste per gli altri prestatori.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

 
 - Invia
 - Stampa
 - Ingrandisci
 - Diminuisci

RISULTATI
0
0 VOTI

Clicca per Condividere

RSS RSS Feeds
INIZIATIVE

Rivista italiana di management del Gruppo 24 Ore. Per aggiornare il manager sulle tendenze e le novità in tema di gestione d'impresa sotto diversi punti di vista

Il Gruppo 24 ORE per un nuovo Team professionale di vendita ricerca giovani max 32enni, ambosessi con spiccate doti relazionali e notevole capacità comunicativa



Il percorso del tuo Sapere
PIU LETTI
SHOPPING24